NEL CUORE NERO DI UN CAMPO DI CONCENTRAMENTO

Come si vede nella barra in alto, è scritto “فلوق في كيرفور “غزة, che col traduttore automatico dà vlog al Kerfour [non escluderei che possa essere la trascrizione di Carrefour] “Gaza”, e se ascoltate la ragazza, alla fine della prima frase dice “assa” (con la s dolce di rosa), che vuol dire Gaza. Cioè, non è propaganda sionista, è proprio una vlogger di Gaza che sta mostrando un supermercato di Gaza, là dove è in atto la più terrificante crisi umanitaria che mai occhio umano abbia visto.

barbara

Annunci

MA RICORDIAMOCI ANCHE DEI BOVERI BALLESTINESI

soprattutto quelli di Gaza, costretti a vivere in una spaventosa prigione a cielo aperto, come documenta questo sconvolgente video prodotto da Hamas.

E già che ci siamo ricordiamoci anche degli ottomila ebrei deportati undici anni fa, in questi giorni.

barbara

RAMADAN IN UNA PRIGIONE A CIELO APERTO

Cosa dico prigione: campo di concentramento! Cosa dico campo di concentramento: campo di sterminio! Quello dove è in atto un autentico genocidio. Quello dove si sta perpetrando la soluzione finale del popolo palestinese. Quello dove è in corso la peggiore catastrofe umanitaria a memoria d’uomo. Quello in cui manca tutto e si muore letteralmente di fame. Quello. Nessuno di noi, credo, conosce l’arabo, ma penso che possiamo serenamente rinunciare a capire quello che dicono.

POST SCRIPTUM: sempre in tema di Ramadan può essere interessante dare un’occhiata a questo
Ramadan 21
POST POST SCRIPTUM: qualcuno mi saprebbe cortesemente indicare dove si trova la Valle delle Comunità Palestinesi Perdute nel corso del genocidio perpetrato dai sionisti? Grazie.

barbara

AVETE MAI VISTO UNA PRIGIONE A CIELO APERTO?

Un campo di concentramento? Un campo di sterminio? Un luogo in cui gli abitanti si trascinano laceri e macilenti perché i sionisti stanno perpetrando uno sterminio, un genocidio, un olocausto, una shoah, una soluzione finale del popolo palestinese? No? Niente paura: vi ci faccio fare un giro io.

Poi già che ci siete potreste anche andarvi a riguardare questo vecchio video a cui ho intensamente lavorato con l’aiuto di due amici, e magari dare un’occhiata a quest’altro documento: GAZA AFFAMEE.

barbara

ADESSO VI SPIEGO COME FUNZIONA

E non dimenticate mai mai mai mai mai che quella prigione a cielo aperto, quell’autentico campo di concentramento, quel vero e proprio campo di sterminio che va sotto il nome di Gaza è il posto più densamente popolato della terra
densità
come del resto vi avevo già mostrato qui.
Se poi non avete ancora deciso dove andare in vacanza…

 

Se vi resta ancora un po’ di tempo, potrete trovare altre cosine simpatiche qui.

Ah, stavo quasi per dimenticare: secondo Al Jazeera il 75% dei palestinesi uccisi sono dei combattenti. Chissà come mai i nostri mass media invece continuano a dire che sono in maggioranza donne e bambini.

barbara

SASSI

sassi 1
sassi 2
sassi 3
sassi 4
APTOPIX Mideast Israel Palestinians
sassi 6
.
sassi 8
sassi 9

Sì, lo so, è tutta colpa dell’occupazione, e questa è una legittima forma di resistenza non violenta. Per non parlare di quella prigione a cielo aperto, per non dire ghetto di Varsavia, per non dire campo di concentramento, per non dire campo di sterminio che è quella povera, disperata Gaza, in cui sta andando in scena la soluzione finale del popolo palestinese.

barbara

LE ARMI CHE HAMAS NON USERÀ

contro i civili israeliani
Iran-Weapons7
Iran-Weapons1
Iran-Weapons2
Iran-Weapons3
Iran-Weapons5
Iran-Weapons6
Vedete, quando dicono “Gaza è uguale ad Auschwitz”, è la sacrosanta verità: Auschwitz era un’istituzione guidata da una banda di criminali che aveva come unico obiettivo ammazzare il maggior numero possibile di ebrei, e Gaza è  un’istituzione guidata da una banda di criminali che ha come unico obiettivo ammazzare il maggior numero possibile di ebrei. L’unica differenza è che ad Auschwitz gli ebrei stavano dentro e non si potevano difendere, mentre a Gaza gli ebrei stanno fuori e si difendono egregiamente. Ed è per questo, solo per questo, che vogliono annientare Israele, altro che stato di Palestina, autodeterminazione e altre balle!

barbara