SASSI CONTRO CARRI ARMATI

Che già i razzi sono razzetti artigianali incapaci di far del male a una mosca, figuriamoci i sassi. Che se li tirassero davvero contro i carri armati, di male ne farebbero effettivamente pochino; il fatto è che non li tirano contro i carri armati: li tirano contro i parabrezza delle auto, loro, e contro le teste dei bambini, gli eroici combattenti per la libertà, i coraggiosi resistenti contro l’occupazione. Non farò l’elenco dei bambini ebrei assassinati in questo modo, perché non ho così tanto tempo da dedicare a questo post da poter fare la lista completa, e quindi ricorderò solo l’ultima, Adele Bitton, colpita due anni fa, rimasta per lunghissimo tempo fra la vita e la morte, poi apparentemente ripresasi, e alla fine stroncata dalle conseguenze dell’attentato. Prima dell’incontro coi bambini dei sassi (povere povere povere vittime, di cui per fortuna qualcuno si ricorda) era così
Adele 3-year old terror victim
adesso è così.
adele bitton
E poi vai a leggere il solito, imprescindibile, Ugo Volli.

barbara

SASSI CONTRO CARRI ARMATI?

No: sassi contro le teste dei bambini.
auto-sassi
La bambina che stava dietro quel vetro, Avigail Ben Zion di due anni, è stata colpita alla testa e si trova ora in gravi condizioni all’ospedale.
Nel frattempo si è conclusa la missione umanitaria israeliana nelle Filippine

E questa è la mappa degli aiuti umanitari israeliani nel mondo
Tzahal senza frontiere
(cliccare sulla mappa per accedere alla mappa interattiva)

barbara

AGGIORNAMENTO: no, niente, sono bravi ragazzi, stavano solo tirando sassi alle pecore per gioco – e poi un sasso per caso è uscito dal campo, ha attraversato la strada, ha raggiunto l’auto, ha spaccato il vetro, è arrivato alla testa della bambina e le ha fratturato il cranio.