POI LA SHOAH FINISCE

E arriva Ze’ev Tibi Ram, uno dei due sopravvissuti alla Shoah che hanno combattuto in tutte le guerre di Israele. Tibi è il perfetto simbolo del “Shoah ve Tkuma”, Shoah e rinascita. Proprio in quanto sopravvissuto alla Shoah – in cui ha perso tutta la famiglia – Tibi comprende meglio di chiunque altro l’importanza di difendere lo stato ebraico.
Ora è l’orgoglioso nonno di un soldato dell’esercito israeliano.

barbara

VI È ANDATA BENE

Avevo in mente di fare un post splatter: stamattina sono andata all’ospedale per cambiare la medicazione alle ginocchia, e siccome nel pomeriggio avevo appuntamento col mio medico per farmi stilare un elenco completo dei danni subiti, per potergli mostrare la situazione senza dover rimettere le mani sulla medicazione mi sono fatta fotografare le ginocchia. L’idea era appunto di postare le foto di quelle due polpette sanguinolente e ulcerate. Poi mi è venuto un attacco di misericordia nei vostri confronti e ho lasciato perdere. RINGRAZIATEMI!
E visto che dopotutto, nonostante tutto, ancora una volta, per l’ennesima volta sono sopravvissuta

LeChaim!

!לחיים

barbara

6 OTTOBRE 1973

La guerra del Kippur è stata forse quella in cui più forte è stato il rischio, per Israele, di scomparire davvero. Qui ne avevo presentato una particolare interpretazione di Carlo Panella. Oggi invece vi regalo una straordinaria serie di foto, che possiamo guardare con la serenità di chi è riuscito a sopravvivere al peggio e alla faccia di tutti i nemici, è ancora qui, più forte e bello che pria.

guerra kippur 
(cliccare il link, cliccare “presentazione”, cliccare “dall’inizio”)

barbara