TORNIAMO UN MOMENTO AI VACCINI

In Russia stanno morendo di covid come mosche: come mai?

Covid: Russia, 929 morti in 24 ore, massimo da inizio epidemia

Anche in Romania e Bulgaria ne stanno morendo un bordello

Perché, vi piaccia o no, è così che funziona:

Poi ci sono quelli che amano confrontare i morti in una certa data dell’anno scorso, quando non c’erano i vaccini e quelli della stessa data di quest’anno per “dimostrare” che i vaccini non servono a niente, come se avesse senso confrontare i dati di situazioni totalmente diverse, e soprattutto come se avesse senso confrontare dati singoli. Io, che sono un po’ meno pigra, ho cercato i dati di una intera settimana, la prima di ottobre. Questi sono i dati della prima settimana di ottobre di quest’anno, con una precisazione: i bollettini pubblicano (mi verrebbe quasi voglia di dire: si divertono a pubblicare) il numero di morti dichiarati in quel determinato giorno, salvo poi precisare sotto (sotto sotto sotto: dopo aver cliccato continua a leggere, dopo aver cliccato bollettino, dopo avere letto tutto il bollettino, dopo avere letto alcune altre cose, quando si arriva finalmente alle note delle regioni) che in realtà un certo numero dei morti segnalati quel giorno – numero che a volte arriva anche quasi alla metà del totale – erano morti giorni, o settimane, a volte anche mesi prima, ed emersi quel giorno grazie a un ricalcolo. Io mi sono presa la briga di calcolare i morti da sottrarre al numero di quelli dichiarati, e ho riportato il numero degli effettivi morti del giorno.

1   3118   429   35   1,2%
2   3057   432   18   0,9%
3   2991   431   26   1%
4   3032   437   30   1,3%
5   2968   433   33   0,8%
6   2872   415   32   1,1%
7   2824   403   30   1%

I numeri indicano i ricoverati nei reparti, ricoverati in TI, morti e percentuale di positività fra i testati. La situazione dei ricoveri, come si può vedere, tende decisamente al ribasso.
E questa è la prima settimana di ottobre del 2020, prima che iniziasse la campagna vaccinale, e si guardi, anche qui, all’andamento dei ricoveri.

1   3097   291   24   3,76
2   3142   294   23   3,48
3   3205   297   27 
4   3287   303   18
5   3487   323   16
6   3625   319   28  
7   3782   337   31

Fra il primo e l’ultimo giorno di quest’anno abbiamo un calo del 10% nei ricoveri ordinari e del 6% nelle TI, fra il primo e l’ultimo dell’anno scorso abbiamo avuto un aumento del 18% nei ricoveri ordinari e del 14% nelle TI. I numeri sono numeri, i fatti sono fatti, le chiacchiere sono chiacchiere. Concludo con un’occhiata a Israele.

Enrico Richetti

Ogni 100 israeliani, compresi i bambini che non sono vaccinabili, abbiamo
39 vaccinati con terza dose
61 vaccinati con almeno due dosi (cioè 22 di loro non hanno fatto la terza)
66 vaccinati con almeno una dose (cioè 5 di loro non hanno fatto la seconda)
Perciò solo 34 compresi i bambini sono completamente privi di copertura
A fronte di una quota altissima di vaccinati, i malati che hanno avuto tre dosi sono una quota insignificante, mentre svettano in tutte le classi di età i non vaccinati.
E’ chiaro che il vaccino funziona, direi che esistano prove schiaccianti. Non protegge al 100 per cento, ma in maniera elevatissima…sì. All’inizio ero scettico, ora non più. [Qualcosina di più che scettico, lasciamelo dire…]

Ah, e poi ci sarebbe anche questa cosa qui.

barbara

  1. Senza andare tanto lontano, dai dati della protezione civile, in data 21/06/21, in Sardegna risultano guarite 9086 (novemilaottantasei) persone. contro una media di circa 38 al giorno nello stesso periodo.
    Scoperta di un nuovo supermedicinale, miracolo o riconteggio? Se volessi fare un colpo ad effetto mi inventerei qualche rituale nuragico fatto il giorno prima e poi direi a tutti: vedete, il 20 al solstizio ho invocato il “sardus pater*” e di botto son guarite tutte quelle persone… miracolo…

    *antica divinità autoctona della sardegna nuragica.

    "Mi piace"

  2. Direi che i dati sono molto chiari in favore dei vaccini. Il problema è che chi si oppone ai vaccini non si lascia convincere dai dati! Ti rispondono che sono falsi, che è assurdo credere alle notizie “mainstream” ecc. ecc.
    Poi una cosa che non capisco è perché chi si oppone ai vaccini considera il termine “no vax” un’offesa – mi è successo anche pochi giorni fa, ho usato questo termine nella risposta a un post e mi è stato risposto “volete smettere di usare questa offesa?”.

    Proprio ieri sera alla radio hanno parlato degli effetti collaterali dei vaccini. Non metto in dubbio che esistano. Ma hanno detto per esempio che il rischio di miocardite a causa del vaccino è circa 1/3 rispetto al rischio di miocardite causato dal covid stesso (oltre a tutti gli altri effetti del covid ovviamente). E oppositori del vaccino e del green pass non rispondono quando gli chiedi – cosa proponi allora per difenderti dal covid?

    "Mi piace"

  3. Posso dire che in generale i dati non mi convincono ne’ in un senso ne’ nell’ altro.
    E’ dall’ inizio di questa storia che veniamo tempestati di “dati”, di numeri, di interpretazioni e manipolazioni degli stessi, a seconda di ciò che fa comodo in quel momento a chi li diffonde.
    A me viene sempre in mente il pollo di Trilussa (se non conoscete la storia cercatela, è interessante), però non riesco più a credere a nessuno.
    Oggi come oggi mi baso solo ed esclusivamente sul mondo a me tangibile, sulle esperienze dirette e solo su quelle. Da questo – e solo questo – tipo di dati (quelli che a me sono “dati”), traggo le mie conclusioni e agisco di conseguenza. La differenza fra me e un “no-vax” classico è che io non cerco di convincere nessuno: io no, tu quello che vuoi. Sarebbe bello se la cosa fosse reciproca…

    "Mi piace"

    • OK, parliamo dei dati visibili personalmente a occhio nudo – personalmente in senso letterale, non quelli raccontati dal cugino della cognata del figlio della portinaia col suocero a cui si attaccano i metalli al braccio.
      L’anestesista che mi fa le infiltrazioni per tutti i miei acciacchi non me le fa pagare (altrimenti, con tutte quelle di cui ho bisogno, mi toccherebbe mettermi fuori dalla chiesa col piattino alla messa grande). Quindi mi fa andare quando ha la notte, io vado a inizio turno e, se non capita qualche emergenza, trova una mezz’ora, o almeno un quarto d’ora, per farmi l’infiltrazione e fare due chiacchiere. All’inizio dell’anno, quando le vaccinazioni stavano stentatamente cominciando a mettersi in moto, non sono potuta andare per tre mesi perché l’ospedale era in piena emergenza, reparto covid pieno, terapia intensiva piena, tabelle degli orari che saltavano in continuazione perché bisognava ricalcolare tutto ogni giorno per far fronte alla situazione. Dall’inizio di maggio è saltata un’unica volta perché proprio a quell’ora un parto si era improvvisamente complicato e stava correndo in sala operatoria per il cesareo. I ricoverati sono pochi, e quei pochi sono quasi esclusivamente non vaccinati nel reparto ed esclusivamente non vaccinati in TI.
      Io nel blog, oltre a un po’ di sano cazzeggio e un po’ di sani fatti miei, faccio anche informazione: su Israele, sul terrorismo islamico, sul terrorismo mediatico relativo alla presunta emergenza climatica e al delirio di onnipotenza che pretenderebbe di dominare il clima, e poi l’anno scorso sui morti di infarto ictus incidente tumore annegamento ecc. spacciati per morti di covid e quest’anno sulle mostruose bufale che girano sui vaccini. Così è se vi pare.

      "Mi piace"

  4. La badante di mia suocera, ucraina con lungo soggiorno in Siberia ai tempi della URSS, rifutava di vaccinarsi, convinta che i suoi trascorsi al freddo ed al gelo dell’est europa le avrebbero conferito un sistema immunitario a prova di bomba…del resto è sopravvissuta al comunismo.
    Solo dietro minaccia di licenziamento, la figlia della steppa si è vaccinata: ove non arrivò la scienza arrivò il portafoglio.
    Credo che la signora sia rappresentativa del pensiero diffuso ad est.
    Una volta si parlava di darwinismo sociale…

    "Mi piace"

    • Darwinismo sociale, appunto: stanno morendo come mosche, così come l’ecatombe in Iran quando andavano a leccare le inferriate dei santuari perché Allah li proteggeva.
      Ricattare col portafoglio una che deve stare a stretto contatto con una donna anziana, e fragile suppongo, visto che ha bisogno della badante, e non si vuole vaccinare, mi pare il minimo dei minimi possibili. Piena solidarietà a tua moglie.

      "Mi piace"

  5. A quei poveri mona non riesco nemmeno più a star dietro, neanche quando non sono reduce da una notte dentro (sì, dentro: certi sono grossi) un quadro elettrico in manutenzione.

    "Mi piace"

  6. Con il DL n 44/2021 è stato istituito lo scudo penale per lo Stato in caso di danni o morte causata dal vaccino.
    Art.3
    “Per i fatti di cui agli articoli 589 e 590 del codice penale (LESIONI GRAVISSIME e OMICIDIO COLPOSO) verificatisi a causa della somministrazione di un vaccino per la prevenzione delle infezioni da SARS-CoV-2… LA PUNIBILITA’ E’ ESCLUSA!”
    Si può essere contrari o favorevoli al vaccino ma chiunque con un minimo di intelletto non può non notare l’aberrante e assurda situazione giuridica in cui lo Stato declina ogni responsabilità in merito ai danni da vaccino (anche gravissimi, come lesioni permanenti o morte)…però ti obbliga a farlo.

    "Mi piace"

    • Sì, certo: dice che chi somministra il vaccino, ossia l’infermiere che ti fa la punturina, non è punibile per eventuali reazioni negative al vaccino “quando l’uso del vaccino e’ conforme alle indicazioni contenute nel provvedimento di autorizzazione” ecc., ossia tranne il caso che il somministratore abbia commesso errori: cosa c’è che non va?

      "Mi piace"

  7. Hai ragione Barbara, ero molto più che scettico…leggevo dati scritti da medici, biologi, dati che si sono rivelati inattendibili anche se ben presentati. Poi ho accettato l’idea del vaccino, pur definendomi “cavia” volontaria, vista la sperimentazione che mi sembrava insufficiente. Ora mi pare che le statistiche dimostrino un’efficacia eccezionale. A proposito, Silvana De Mari mi è scaduta da quando si è rivelata contraria ai vaccini di qualunque tipo

    "Mi piace"

    • Sì, ha avuto una brutta involuzione. Una volta mi ha mandato un link chiedendomi se quella cosa fosse vera. Il link non l’ho cliccato, mi sono limitata a leggere il titolo che diceva che in Israele i morti a causa del vaccino erano 40 volte i morti di covid, vale a dire, dato che i morti in quel momento erano circa 6000, che i morti di vaccino sarebbero dovuti ammontare a 240.000, cioè il 2,5% dell’intera popolazione. Le ho risposto “Ma chi è che ti manda queste puttanate?” E quella è stata l’ultima volta che ci siamo sentite.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...