k i miei libri

Il caso del pompelmo levigato
Le mani sui bambini
Le pazze
Parola di donna, corpo di donna
Un complicato atto d’amore
La figlia perduta
Il libro nero di regimi islamici
Una giuria di sole donne
Avanti popolo
La storia dell’amore
L’ossessione antisraeliana
Il telefonista di Al Qaeda
La cacciatrice di terroristi
Il velo strappato
Mentre la città bruciava
La vera storia di Johnny Lim
L’assedio della Natività
Il duce proibito
Il chilometro d’oro
Niente asilo politico
No woman’s land
Madre e ossa: pensieri in ordine sparso
Un vivo che passa
Il figlio segreto del duce
Il libro nero
Devo raccontare
Il complotto ebraico 
Il cancello
Gomorra
Reduce
La vendetta di Maricika 
La mia azienda sta stirando le cuoia
Neonazisti
Autodafé
Eurabia
Caino a Roma
Una donna tra due mondi
Dieci bottiglie verdi
La mennulara
La fine di Israele
Basta!
Interrogatori
Il nome del padre
Giù i veli!
Evviva! Ci arrendiamo
Il cacciatore di aquiloni
Mille splendidi soli
Rivoglio la mia vita
La mamma cattiva
Tradita
Israele siamo noi
Premiata macelleria delle Indie
Etichette
I soliti ebrei
I medici del Sol Levante
Il muro invisibile
Infedele
La casta
Sulle punte
Il fratellastro
Un matrimonio da dilettanti
Terrorismo
Schiuma della terra
Ossa nel deserto
Guida all’islam e alle Crociate
Chi sono i nemici della scienza?
Mamma non m’ama
I redenti
Vita di famiglia
Lungo viaggio attraverso il pregiudizio
La figlia del podestà
Gli scomparsi
Un campo di fragole
I complici
La violenza sessuale nella storia
Tutti i giorni di tua vita
Afghanistan, dove Dio viene solo per piangere
Nessuno in nessun luogo
Suite francese
Racconti e storielle degli ebrei
La mandorla
Al di là del ponte
Come sono belli i passi
A metà della notte
Il fascio, la svastica e la mezzaluna
A voce piena
Vivere!
A caccia di ebrei
La maga delle spezie
Capuozzo, accontenta questo ragazzo
Operazione Odessa
Sale e zafferano
Un volo magico
La voce che ricorda
Il ladro generoso
L’ombra del vento
Il serpente arcobaleno
Prima le donne e i bambini
La metà dimenticata
Panchen Lama ostaggio di Pechino
Brutta!
L’harem e l’occidente
I santi innocenti
Storia di un tedesco
Confessioni di un terrorista algerino
Dopo la notte
Con gli occhi rivolti al cielo
Un eroe borghese
Verso il califfato universale
Doni
Beria
Va’ dove ti porta il cuore
Oltre la soglia
Ghibli
Verso sud guardando a nord
La repubblica delle banane
Storie di ordinaria ingiustizia
Profondo come il mare
Non smetteremo di danzare
Il declino della cristianità sotto l’islam
L’angoscia del re Salomone
Il vento di Kabul
Ilan Halimi
Tempesta tra le palme
Il libraio di Kabul
La bambina con i sandali bianchi
Qualcuno con cui correre
La bastarda di Istanbul
La strada di Smirne
Konin
Insciallah
Le radici del male
La sposa bella
Le ceneri di Angela
Il libro delle lamentazioni
Ishtar 2
Auschwitz è di tutti
Luigi e gli altri
Il redivivo riburtino
Operazione Madagascar
Nili
Sefarad
Artemisia
L’ultimo elfo
L’ultimo orco
La baracca dei tristi piaceri
Il tribunale del bene
I giusti di’Italia
Nessun giusto per Eva
La Germania sapeva
La fiammiferaia di Kabul
Il gatto dagli occhi d’oro
Il banchiere di Hitler
Storia degli ebrei di Roma
Il rifiuto di un’eredità difficile
La principessa schiava
Galeotto fu il collier
Limbo
Crimini di guerra
Una cosa da niente
Ne muoiono più di crepacuore
Sterminateli!
Il drago come realtà
Io, Nojoud, dieci anni, divorziata
Il prigioniero del cielo
La chiave di Sara
Il cavaliere, la strega, la morte e il diavolo
La zia marchesa
Ascolta la mia ombra
Carnefici e vittime
La città delle donne invisibili
Ero una sposa bambina
Gli ultimi incantesimi
Finché le stelle saranno in cielo
La maestra bambina
Il bambino senza nome
Gli arresi
Madre del riso
Mi hai cambiato la vita
Avevano spento anche la luna
I racconti della Kolyma
Ama il futuro
Jozefov ‘42
Tutto scorre
Un giorno solo, tutta la vita
Leggere Shakespeare a Kabul
Carmine Pascià che nacque buttero e morì beduino
Il traditore
Io sono Malala
Sangue sull’altare
Molto forte, incredibilmente vicino
Amabili resti
Le bambine silenziose
L’amore paziente
L’isola del giorno prima
Cronache marziane
Il bambino con i petali in tasca
Daniel il matto
Innocente
E l’eco rispose
Il lamento del prepuzio
Il bene ostinato
Non ti muovere
I conti del passato
Venuto al mondo
La cucina color zafferano
La carità che uccide
Anton l’allevatore di colombe
Una stella incoronata di buio
1948
A cuore aperto
Non temere e non sperare
Felicità è un pizzico di noce moscata
Attentato alla sinagoga
Tra la notte e il cuore
Altrove
Il nemico alle porte
Il fotografo di Auschwitz
La famiglia Karnowski
Yoshe Kalb
Siria mon amour
La licenza
La metà di niente
Forse Esther
Il messia
Il vento dei Chazary
Il cabalista di Praga
Sottomissione
Si può avere tutto?
Il libro nero della donna
Spubblicità progresso
Dossier Hitler
Signor comandante

  1. cara Barbara
    ti conosco poco ma so che la tua intelligenza e cultura saprà accettare questo mio consiglio letterario: ho appena letto “lui è tornato” di Timur Vermes, un romanzo satirico su Adolf Hitler ambientato ai giorni nostri (incipit: il fuhrer ai giorni nostri farebbe il comico)
    L’ho letto tutto d’un fiato e…ho notato troppi punti di contatto con la situazione italiana, e in particolare con l’ex comico Beppe Grillo.
    mi piacerebbe lo leggessi anche tu e ne facessi un post, per cominciare una discussione in merito
    ti abbraccio e ti saluto
    Paolo

    ps: ieri sera ho alzato alla tua salute un bicchiere di ottimo Gewurztraminer di Yarden. Perdonami la probabile non esattezza nello scriverlo ma…le-chaim🙂

  2. acci acci, devo impegnarmi un po’ di più e cominciare a studiarlo seriamente, e non solo qualche frase di circostanza…
    grazie per la traduzione esatta e per la nota🙂 ti saluto dicendoti…le’itraot (ho già le mani pronte per la bacchettata!)

  3. buongiorno Barbara
    vorrei porti a conoscenza il coraggio di questa donna, e come purtroppo viene trattata
    il coraggio di Francesca, giornalista free lance dalla Siria (e prima dal Kosovo e da Israele/Gaza), lo schifo e la disperazione che sta vedendo in una guerra che il mondo forse ha già dimenticato, e il trattamento ricevuto dall’editoria italiana
    http://www.cjr.org/feature/womans_work.php?page=all
    è grazie a donne come lei che questo sporco mondo potrà migliorare. vorrei tanto facessi un post su di lei, sperando che le parole scritte in questo articolo di denuncia ti tocchino dentro come hanno toccato me (se vuoi c’è una traduzione su La Stampa di oggi)
    buona giornata e shabbat shalom

  4. questo è il brutto di non avere una visione completa di ogni situazione. mi hanno insegnato di sentire qualsiasi campana prima di formarsi un’idea. senza dare giudizi, ma cercando di essere più obiettivi che mai. difficile, nevvero.
    il mondo è popolato da uomini e donne che fanno bene e con passione ciò che amano e hanno scelto, e chi invece parteggia per una parte senza sentire neppure le ragioni dell’altro. essendo umani siamo portati allo sbaglio, solo chi è lassù non ne fa. ma nel mio piccolo tenterò sempre e comunque di farli in buona fede, e di informarmi al massimo prima di formarmi un’idea.
    augh, ho detto
    spero tu abbia apprezzato comunque l’articolo che ti ho postato
    poi un giorno ti spiegherò per bene il mio amore per quelle splendide terre levantine e per le persone di cuore che ho conosciuto
    ps: il tuo gatto sionista è molto simile alla mia🙂

    • E’ che io ho imparato a mie spese che prima di prendere posizione per qualcosa che a prima vista sembrerebbe valido, è meglio dare prima un’occhiata intorno. E quasi sempre mi ricordo di farlo.
      Il mio gatto sionista sì, è fantastico. Comunque se vuoi continuare la conversazione, qua sulla destra c’è un indirizzo email e puoi scrivere lì.

  5. GENTILE BARBARA,
    SPULCIANDO ATTENTAMENTE (SPERO) L’ELENCO DEI LIBRI DA LEI SEGNALATI, NON HO TROVATO IL TITOLO DI UN PICCOLO MA STUPENDO LIBRO “DESTINATARIO SCONOSCIUTO” di KRESSMANN TAYLOR ed. Rizzoli BUR
    Lo legga, in mezz’ora o poco più è letto, non ha avrà
    perso il suo tempo.
    Shabbat Salom a tutti e buona lettura

    • Sì, lo conosco, è un autentico gioiello. Non si trova qui perché qui ci sono i libri che ho letto e ritenuto meritevoli di un commento – in positivo o in negativo – da quando ho il blog, e quello lo avevo letto prima. Ho oltre venti metri di parete di libri, e se mi mettessi a scrivere le recensioni di tutti dovrei fare tre post al giorno per anni!
      Shabbat shalom

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...