OGGI RIPOSO (QUASI)

con un po’ di (quasi) cazzeggio. E comincio con

E magari anche

Poi vi mostro un confronto Israele-Palestina non convenzionale ma non per questo meno carico di sofferenza

A proposito, avete mai visto “il volto della sofferenza”? Bene, ora ve ne mostro uno:

È l’inno nazionale della Malaysia suonato dalla banda militare degli UAE.

Ora una spettacolare pubblicità per l’eolico

che accompagno con un delizioso commento lasciato su YT:

I love how this ad campaign completely backfired by making people feel sorry for cooling towers

E concludo con un bellissimo e coloratissimo balletto russo

(Sì, lo so, è uno schifosissimo patriarcato tossico…)

barbara

    • Tu dici poco, io dico troppo, e non tutti i disastri provocati saranno reversibili, qualunque cosa succeda adesso. Spero che il risultati concreti del “everyone but Bibi” abbia almeno aperto gli occhi a qualcuno.
      Sull’ipocrisia della Germania stendiamo un velo pietoso.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...