CAMERE A GAS?

“So solo ciò che mi è stato fornito dal ‘ministero della propaganda’ alleato del dopoguerra”.
Piergiorgio Odifreddi

(ASTENERSI ANIME SENSIBILI E STOMACI DELICATI)

Questo film l’ho fatto vedere su cassetta, anni fa, a una mia classe particolarmente interessata, sensibile e preparata. Prima di farlo vedere ho spiegato di che cosa si trattava. Ho avvertito che si trattava di immagini tremende; ho detto che lo avrei fatto vedere solo se loro fossero stati d’accordo di vederlo; che se qualcuno non se la sentiva poteva restare fuori; che se durante la visione qualcuno si fosse reso conto di non reggere sarebbe stato libero di uscire, in qualunque momento; che se la classe, durante la visione, avesse deciso di smettere di guardare ci saremmo subito fermati.
Due ragazze hanno chiesto di non guardarlo, tutti gli altri hanno scelto di vederlo, e hanno resistito fino alla fine. Soffrendo, ma con la coscienza di avere il dovere di conoscere ciò che è avvenuto.
Alla discussione seguita al film hanno scelto di assistere anche le due ragazze che non lo avevano guardato.
Il signor Odifreddi non è stato mio scolaro.

barbara

    • No, in quel caso era eccezionalmente brava la classe (che era quella di Ruth. Lei è stata una delle due ragazze che hanno chiesto di non guardare, perché stava già fisicamente male, da non dormire la notte, solo a leggere o sentir raccontare: guardare sarebbe stato davvero troppo per la sua sensibilità. Ho appena saputo che sta continuando a fare progressi. Progressi minimi, ma con un male che per sua natura progredisce lui, è già molto).

      "Mi piace"

    • Bé ma allora somministriamogli pure filmati ugualmente raccapriccianti degli effetti della droga, oppure video sui cadaveri delle vittime della strada, sono casi nettamente più realistici

      "Mi piace"

      • Leggila, è un vero spasso!
        Praticamente usa lo stratagemma dell’intervista immaginaria ad Hitler, per dare tutta la colpa del nazismo alla Chiesa Cattolica e agli USA, per “santificare” Stalin, per sminuire la Shoah paragonandola allo sterminio dei nativi americani(ma un super scettico come lui, che dubita delle prove della shoah, come fa a “credere” a un evento storico molto più remoto nel tempo, e del quale esistono solo testimonianze scritte?), per far dire a Hitler che il nazismo ha trionfato, perché gli americani, e gli ebrei israeliani sarebbero diventati più nazisti di lui.
        E infine per paragonare Franco Zeffirelli(colpevole di aver realizzato film su tematiche religiose cattoliche, come “Fratello sole, sorella luna”, e “Gesù di Nazareth”) e Steven Spielberg(reo di aver prodotto film come “Schindler’s List ” e ” Salvate il soldato Ryan”) al ministro della propaganda Joseph Goebbels. ESILARANTE!

        "Mi piace"

    • Sì, sta facendo qualche progresso, mezzo corpo è ancora completamente paralizzato ma l’altra metà sta cominciando a dare segni di vita. Adesso sta facendo un nuovo “pacchetto” di chemio e poi la sottoporranno ad analisi complete per verificare la situazione.

      "Mi piace"

  1. Da tutte le autopsie fatte sui corpi e conservate a Bad Arolsen non risultano tracce di acido cianidrico. Signora Barbara può fornirmi il nome di un ebreo gasato e la prova dell’avvenuta gasazione? Una prova accettabile da un qualsiasi tribunale apolitico per un caso di omicidio. Grazie per la risposta.
    P.S.: una testimonianza non la considero prova sufficiente

    "Mi piace"

        • In via del tutto eccezionale ho deciso di approvare ancora una volta – ma questa è davvero l’ultima – il tuo commento, per poterti rispondere. Vedi, accettare un’interlocuzione con te sulla base della tua domanda significa accettare implicitamente il giudizio di merito che la tua domanda pone; e io non l’accetto. Non per preclusione mia, ma perché è intrinsecamente inaccettabile. Una “persona” – mi perdonerai le virgolette, spero – che viene a pretendere prove di una gassazione, semplicemente non è un interlocutore, su nessun argomento, a nessun livello. PASSO E CHIUDO.
          (Se poi qualcuno dei NUMEROSI frequentatori di questo blog che hanno perso familiari nelle camere a gas avranno voglia di interloquire con una fogna nazista, liberi di farlo; per quanto mi riguarda, il discorso si ferma qui).

          "Mi piace"

        • E’una complottista.
          E proprio in quei giorni (quando la tizia ha scritto) era apparso in un blog complottista un articolo sull’ ‘argomento’.
          I nazisti riescono a dire di peggio, comunque.

          "Mi piace"

    • Signora Grazia, la invito ad una seduta spiritica. Conosco una brava medium.
      Le presenteró mia zia e mio nonno morti nelle camere a gas. Spero la loro testimonianza possa avere valore per lei.
      Barbara questa persona non credo meriti altre attenzioni da parte nostra.

      "Mi piace"

  2. Sono ovunque, scavano gallerie e spiano con i loro occhietti neri. Non si capisce dove finisca l’iride e inizi la pupilla.
    Si muovono febbrilmente con le loro zampine sulla tastiera e sorridono, compiaciuti dal loro riuscire ad essere molesti, facendo mostra di enormi incisivi.
    Mammiferi dell’ordine Rodentia, non sono scoiattoli e qualche volta fanno sfoggio di quello che vorrebbero spacciare per spirito critico.
    Mio nonno li chliamava topi, ma era uomo dalla terminologia limitata.

    "Mi piace"

        • Qualcuno, che si è riconosciuto nella categoria dei gonzi, è venuto da me a protestare. Ti pregherei di dargli udienza, se si presentasse qui a fare rimostranze. Da me non accetto polemiche nate altrove.
          Grazie.

          "Mi piace"

        • Lei, signora, elude evidentemente la questione della calunnia rivoltami e e sembra anzi offrirle una sponda. Ho ben chiara la pessima idea che lei si è fatta del sottoscritto e non pretendo di fargliela minimamente cambiare, ma – come lei stessa ha dovuto rilevare qui sopra – c’è un limite al disprezzo nei riguardi di chiunque. Per questo mi permetto, con tutto la serietà e l’umiltà che posso, di farle notare che ciò marcia in senso decisamente contrario e le rende l’esatto opposto del sacrosanto onore che invece le rende l’eludere l’infamia negazionista.
          Ad Erasmo, che sparge le sue infami calunnie lontano dagli ambiti dei calunniati e, come tutti i calunniatori, non ha coraggio delle sue affermazioni, anche quello minimo sufficiente non dico di argomentarle, ma anche solo assumersene chiaramente le responsabilità, ho rivolto il mio profondo disprezzo postando nel suo blog. Neanche il più infame di questi suoi comportamenti, però, giustificherebbe una mia calunnia nei suoi confronti dello stesso grado di falsità e malvagità di quella che mi ha rivolto qui sopra e che lei – ma spero di sbagliarmi – sembra voler avallare.

          "Mi piace"

        • Topo, non dovresti fare discorsi complicati, specie se con audaci doppie negazioni. Difficile interpretare la frase seguente “Per questo mi permetto, con tutto la serietà e l’umiltà che posso, di farle notare che ciò marcia in senso decisamente contrario e le rende l’esatto opposto del sacrosanto onore che invece le rende l’eludere l’infamia negazionista”.
          L’insidia non sta, come forse pensi, nella parola “negazionista”, ma è subdolamente celata nell’apparentemente innocente “eludere”.

          "Mi piace"

  3. Un nome e una prova. Lei é un’insegnante, se la domanda l’avesse posta un suo studente l’avrebbe insultato? Cosa c’è di illecito o offensivo in quella domanda? Ci sono stati MILIONI di ebrei gasati e MONTAGNE di prove delle gasazioni e lei – professoressa – non é in grado di rispondere ad una domanda tanto semplice.

    "Mi piace"

  4. Avete notato che come argomento per il suo scetticismo porta “le autopsie” sulle ceneri dei gassati e cremati? E pretende di essere considerata un’interlocutrice! Pretende di porre domande! Pretende che le si diano risposte!
    No cara, non ti insulto: sei troppo in basso perfino per un insulto.

    "Mi piace"

    • Non sulle ceneri, a Bad Arolsen sono conservati i risultati delle autopsie sui cadaveri plurifotograti: nessuna traccia di hcn su nessun cadavere, se ha dati differenti sono molto interessata a verificare le fonti. Grazie

      "Mi piace"

      • Cioè hanno preso gli ebrei morti ad Auschwitz di morte naturale e invece di metterli nei forni crematori li hanno conservati e gli hanno fatto le autopsie (chi? Le SS? O periti esterni chiamati appositamente?) per poter poi dimostrare, settant’anni dopo, che loro erano innocenti e non avevano gassato nessuno? O hanno fatto le autopsie sulle foto, come sembrerebbe capire dal tuo limpido scritto?
        Una cosa, comunque, non sei ancora riuscita a capire: tu non sei un’interlocutrice, tu non sei niente. E ora sparisci.

        "Mi piace"

      • Lei non è altro che un’ignorante, che usa un trucco tipicamente decostruzionista usato dai negazionisti alla Faurisson e Irving, entrambi condannati per FALSO IN OGNI PROCESSO IN CUI SONO STATI PROCESSATI, OVUNQUE, SENZA ECCEZIONE.
        Di documentazione c’è n’è a iosa, e ne può avere quanta ne vuole da Serge e Beate Klarsfeld e dal meno serio e piú all’acqua di rose Centro Wiesenthal, nonché da Yad Vashem…se lo lasci dire da uno che codeste cose le ha studiate in dettaglio con microfilm e documenti originali in un corso di laurea con specializzazione sul III Reich fatto in un’università seria, dove si leggono libri in tutte le lingue, dove non si deve far piacere a nessuno e di certo non si è sottoposti alle censure preventive di Vaticano, Fascisti o Comunisti, ma una fra le prima dieci università al mondo, quindi non un’università italiana, la cui prima è al 186.mo posto.
        Ma immagino che lei consideri il suo tenzone vinto perché QUI, illico et immediate, non ha avuto il suo referto patologico… Al che, le posso assicurare, che la sua trisnonna non è mai morta, cosí come non è mai morto neppure Napoleone, visto che non mi può dare il suo referto patologico che lo provi e poi non sarebbe valido perché chi l’ha fatto l’ha certamente vista, quindi era parte in causa. Di certo sono entrambi vivi.
        Le potrei consigliare, scritto per gente che sragiona come lei, la lettura dell’eccellente testo di Valentina Pisanty “L’Irritante Questione delle Camere a Gas”… ma dubito che lei sia capace di leggere e capire. Altrimenti non direbbe porcate mistificatrici sostenute solo dai piú ferventi e mai pentiti nazisti di basso rango (gli altri ammisero fieramente quel che avevano fatto)…come riportato chiaramente nel libro “Bei Tempi – Lo sterminio degli Ebrei raccontato da chi l’ha eseguito e da chi stava a guardare” a cura di Ernst Klee, Willi Dreßen e Volker Rieß, che esiste anche in Italiano.
        Quanto all’ITS di Bad Arolsen – non sia detto che io non raccolgo una sfida! – ho PERSONALMENTE ricevuto una lettera ufficiale da loro pochi mesi fa, datata e timbrata 12-05-2013, controfirmata da un PIRLA di un “Tenente Colonnello Roberto Sulli” (che ovviamente riceverà una lauta paga a spese del contribuente per il so pessimo e “sloppy” lavoro) del “Corpo dell’Ufficio di Collegamento Italiano presso l’ITS” in cui mi scrivono che mio nonno, SCHIAVO IN UN LAGER PER DUE ANNI, e del quale cui ho GLI ORIGINALI dei documenti nazisti coi timbri del lager si Sachsenhausen con tanto di timbri a data secondo cui è stato là fino al Maggio 1945, e i suoi lasciapassare con tanto di fotografia e timbri SS… ma i geni di Bad Arolsen e i loro COLLABORATORI ITALIANI son riusciti a scrivermi che fu liberato i 31-08-1944, il che è UNA BALLA DOCUMENTATA.
        Quindi, se raccontano BALLE e fanno casino su uno che gasato non è stato ma è tornato a casa nell’Agosto 1945, cieco e senza capelli e pesante 40 Kg pur essendo altro 185 cm, c’è da figurarsi quale sia la documentazione che possano avere su qualcosa che era marcato “Top Secret”, come lo sterminio, persino nelle lettere in cui se ne parlava in codice tra i responsabili (ho visto in università SERIE, quindi NON ITALIANE, i documenti originali di lettere fra Reichsführer Heinrich Himmler e Generaralgouverneur Hans Frank e vari microfilm nonché le copie dei piani di Birkenau ricevuti dall’OAS nel 1942 con tutta la catena di trasmissione ecc.). Per non parlare che sono conosciuti i nomi e le ore d’impiego degli ingegneri della IG Farben, della Siemens, della VolkWagen, Daimler, Mercedes, Benz, ecc., che si occupavano di progettazione e manutenzione di camion gas, camere a gas e crematori… Nonché i nomi degli addetti ai crematori e i dati delle SS-Totenkopfverbände sulla quantità giornaliera di cremati, che senza gas sarebbe stata una frazione…
        Sa cosa?… Faccia pure finta, per farle capire quanto lei è stupida e manipolatrice (non avendo trovanto altro da commentare a un film del genere, in cui non si parla neppure di camere a gas) che non siano mai esistiti i circa 3.000.000 di Ebrei assassinati nelle camere a gas e camion camera a gas di Belzec, Birkenau, Chelmno (Kulmhof), Majdanek, Sobibor e Treblinka, di cui peraltro in gran parte si hanno nomi, cognomi, data e luogo di nascita, eccetera. Si concentri solo sugli altri TRE MILIONI di Ebrei, ben catalogati e suddivisi per paesi, regioni, città e provincie, sterminati dagli Einsatzgruppen, pianificati e organizzati e strutturati e decisi e parte della stessa Operazione Barbarossa di cui il Piano Reinhard con i campi di Belzec, Sobibor e Treblinka faceva parte…e quelli sistematicamente assassinati coi mezzi piú disparati nel resto dei campi, strade, villaggi, fienili, stazioni di polizia, sinagoghe, eccetera. Poi, si vergogni, e lei e il resto dei negazionisti dalla Lettonia. alla Lituania, all’Ucraina, alla Romania, all’Ungheria, alla Polonia, alla Francia, all’Austria, alla Germania, al Belgio, all’Olanda e all’Italia, solo per nominare i paesi piú schifosi e collaborazionisti, felicemente antisemiti o ignavi, potete, come si dice in Inglese “EAT SHIT AND DIE!” (excuse my French!), o per essere meno volgari, che la tua famiglia possa essere presto, ai nostri giorni, gasata come le nostre, tra urla in una lingua da loro incomprensibile, magari dopo botte e stupri e un po’ di morsi di cani pastore, Doberman o Rothweiler, perché no?! …tanto non fa male…

        "Mi piace"

  5. Già, non ci avevo pensato
    Una prova da avvenuta autopsia accettabile per un tribunale apolitico.
    Iniziamo da questo ultimo punto: esiste un tribunale apolitico nel mondo? No, non esiste, ed allora sembrerebbe inutile cercare il modo di rispondere a questa “persona” che si dichiara non nazista (uh, che sforzo! Il nazismo è fuori legge, e con simile dichiarazione questa “persona” si protegge da possibile condanna di un tribunale non “apolitico”).
    Poi non é ammessa nessuna testimonianza di persone che hanno visto coi loro occhi. Beh, questa pretesa appare abbastanza strana. Vuol dire che se vedrò qualcuno che, ahimè, deciderà di uccidere questa “persona”, sarò fedele al suo “pensiero sublime” e mi asterrò dal testimoniare salvando dalle patrie galere il suo assassino (già, ma gli assassini uccidono persone, non “persone”).
    Comunque prometto di testimoniare davanti al tribunale apolitico della repubblica italiana che, avendomi Grazia chiesto di essere cremata, io le ho ubbidito dando fuoco, col mio accendino, al suo corpo (corpo? No, carcassa) cosparso di benzina. Poi chiederò di farle fare l’autopsia, come da sua cortese richiesta testamentale. Grazia, sa, solo per vedere l’effetto che fa.
    Manuel (mia nonna é stata gasata, ma nessuno ha saputo riconoscere, tra le altre, le sue ceneri, ma io credo a quanto mi ha raccontato una mia amica che da Auschwitz é tornata)

    "Mi piace"

    • Ma sicuramente la tua amica tornata da Auschwitz (ma è esistita davvero, una Auschwitz?) fa parte del famoso famigerato complotto giudaico – come ne faceva parte la tua presunta nonna e come ne fai parte tu, del resto – quindi è chiaro che nessuno di voi è attendibile, per una analista scrupolosa e rigorosa e soprattutto amante della giustizia e della verità come la nostra cortese ospite.

      "Mi piace"

  6. Foto, video, archivi testimonianze…poi c’è la faccenda dei ragazzi discendenti dei nazisti che sentono il peso degli avi…crimini contro ll genere umano ce ne sono stati…ma nessuno ha mai chiesto “le prove”!

    "Mi piace"

    • Adesso ti spiego come funziona. Tu dici: il sole è rotondo, e io dico dimostramelo. Tu dici, ma cosa c’è da dimostrare! Devi solo guardarlo, e io dico: questa non è una prova (occhi difettosi, illusioni ottiche, inganni della prospettiva…) Allora tu mi esponi tutte le leggi fisiche che dimostrano che un corpo celeste non può che avere una forma tondeggiante, e io ti dico: queste sono teorie, non prove. Allora tu mi mostri le proiezioni che escludono la possibilità che abbia una forma diversa e io dico: queste sono proiezioni, non prove. Eccetera. All’infinito. Funziona così. Se hai deciso che non è Francesca non ci sono santi, può avere tutti i capelli biondi e i vestiti rossi che vuoi, ma non potrà mai essere Francesca.

      "Mi piace"

  7. Ci facesse la Grazia di morire presto, codesta Grazia tutt’altro che graziosa e parecchio indecente con l’atteggiamento da finta studiosa che vuole prove.
    Giusto perché sia chiaro che la mia risposta poco “gentile” – “gentile” non lo son proprio – era a lei e non ad altri, la copio e incollo qui a seguito:
    Lei, Grazia [síc!], non è altro che un’ignorante, che usa un trucco tipicamente decostruzionista usato dai negazionisti alla Faurisson e Irving, entrambi condannati per FALSO IN OGNI PROCESSO IN CUI SONO STATI PROCESSATI, OVUNQUE, SENZA ECCEZIONE.
    Di documentazione c’è n’è a iosa, e ne può avere quanta ne vuole da Serge e Beate Klarsfeld e dal meno serio e piú all’acqua di rose Centro Wiesenthal, nonché da Yad Vashem…se lo lasci dire da uno che codeste cose le ha studiate in dettaglio con microfilm e documenti originali in un corso di laurea con specializzazione sul III Reich fatto in un’università seria, dove si leggono libri in tutte le lingue, dove non si deve far piacere a nessuno e di certo non si è sottoposti alle censure preventive di Vaticano, Fascisti o Comunisti, ma una fra le prima dieci università al mondo, quindi non un’università italiana, la cui prima è al 186.mo posto.
    Ma immagino che lei consideri il suo tenzone vinto perché QUI, illico et immediate, non ha avuto il suo referto patologico… Al che, le posso assicurare, che la sua trisnonna non è mai morta, cosí come non è mai morto neppure Napoleone, visto che non mi può dare il suo referto patologico che lo provi e poi non sarebbe valido perché chi l’ha fatto l’ha certamente vista, quindi era parte in causa. Di certo sono entrambi vivi.
    Le potrei consigliare, scritto per gente che sragiona come lei, la lettura dell’eccellente testo di Valentina Pisanty “L’Irritante Questione delle Camere a Gas”… ma dubito che lei sia capace di leggere e capire. Altrimenti non direbbe porcate mistificatrici sostenute solo dai piú ferventi e mai pentiti nazisti di basso rango (gli altri ammisero fieramente quel che avevano fatto)…come riportato chiaramente nel libro “Bei Tempi – Lo sterminio degli Ebrei raccontato da chi l’ha eseguito e da chi stava a guardare” a cura di Ernst Klee, Willi Dreßen e Volker Rieß, che esiste anche in Italiano.
    Quanto all’ITS di Bad Arolsen – non sia detto che io non raccolgo una sfida! – ho PERSONALMENTE ricevuto una lettera ufficiale da loro pochi mesi fa, datata e timbrata 12-05-2013, controfirmata da un PIRLA di un “Tenente Colonnello Roberto Sulli” (che ovviamente riceverà una lauta paga a spese del contribuente per il so pessimo e “sloppy” lavoro) del “Corpo dell’Ufficio di Collegamento Italiano presso l’ITS” in cui mi scrivono che mio nonno, SCHIAVO IN UN LAGER PER DUE ANNI, e del quale cui ho GLI ORIGINALI dei documenti nazisti coi timbri del lager si Sachsenhausen con tanto di timbri a data secondo cui è stato là fino al Maggio 1945, e i suoi lasciapassare con tanto di fotografia e timbri SS… ma i geni di Bad Arolsen e i loro COLLABORATORI ITALIANI son riusciti a scrivermi che fu liberato i 31-08-1944, il che è UNA BALLA DOCUMENTATA.
    Quindi, se raccontano BALLE e fanno casino su uno che gasato non è stato ma è tornato a casa nell’Agosto 1945, cieco e senza capelli e pesante 40 Kg pur essendo altro 185 cm, c’è da figurarsi quale sia la documentazione che possano avere su qualcosa che era marcato “Top Secret”, come lo sterminio, persino nelle lettere in cui se ne parlava in codice tra i responsabili (ho visto in università SERIE, quindi NON ITALIANE, i documenti originali di lettere fra Reichsführer Heinrich Himmler e Generaralgouverneur Hans Frank e vari microfilm nonché le copie dei piani di Birkenau ricevuti dall’OAS nel 1942 con tutta la catena di trasmissione ecc.). Per non parlare che sono conosciuti i nomi e le ore d’impiego degli ingegneri della IG Farben, della Siemens, della VolkWagen, Daimler, Mercedes, Benz, ecc., che si occupavano di progettazione e manutenzione di camion gas, camere a gas e crematori… Nonché i nomi degli addetti ai crematori e i dati delle SS-Totenkopfverbände sulla quantità giornaliera di cremati, che senza gas sarebbe stata una frazione…
    Sa cosa?… Faccia pure finta, per farle capire quanto lei è stupida e manipolatrice (non avendo trovanto altro da commentare a un film del genere, in cui non si parla neppure di camere a gas) che non siano mai esistiti i circa 3.000.000 di Ebrei assassinati nelle camere a gas e camion camera a gas di Belzec, Birkenau, Chelmno (Kulmhof), Majdanek, Sobibor e Treblinka, di cui peraltro in gran parte si hanno nomi, cognomi, data e luogo di nascita, eccetera. Si concentri solo sugli altri TRE MILIONI di Ebrei, ben catalogati e suddivisi per paesi, regioni, città e provincie, sterminati dagli Einsatzgruppen, pianificati e organizzati e strutturati e decisi e parte della stessa Operazione Barbarossa di cui il Piano Reinhard con i campi di Belzec, Sobibor e Treblinka faceva parte…e quelli sistematicamente assassinati coi mezzi piú disparati nel resto dei campi, strade, villaggi, fienili, stazioni di polizia, sinagoghe, eccetera. Poi, si vergogni, e lei e il resto dei negazionisti dalla Lettonia. alla Lituania, all’Ucraina, alla Romania, all’Ungheria, alla Polonia, alla Francia, all’Austria, alla Germania, al Belgio, all’Olanda e all’Italia, solo per nominare i paesi piú schifosi e collaborazionisti, felicemente antisemiti o ignavi, potete, come si dice in Inglese “EAT SHIT AND DIE!” (excuse my French!), o per essere meno volgari, che la tua famiglia possa essere presto, ai nostri giorni, gasata come le nostre, tra urla in una lingua da loro incomprensibile, magari dopo botte e stupri e un po’ di morsi di cani pastore, Doberman o Rothweiler, perché no?! …tanto non fa male…

    "Mi piace"

  8. C’è un libro molto interessante, Neonazisti di Michael Schmidt, uscito una ventina d’anni fa. E’ un giornalista tedesco che ha condotto un’inchiesta fra questi gruppi: si è presentato dicendo sentite, io ho sentito un sacco di brutte cose su di voi, non so se siano vere o false, vorrei verificarlo stando un po’ fra di voi (spacciarsi per simpatizzante sarebbe stato un po’ troppo per lui), e loro hanno acconsentito, anche – se non soprattutto – per poter avere una documentazione, dopo, quando avranno riagguantato il potere, sul percorso fatto per arrivarci. La prima cosa che ha scoperto è che non è corretto chiamarlo neonazismo in quanto è sempre quel nazismo lì, non qualcosa di nuovo che a quello si ispiri, e a guidarlo, all’epoca, c’erano ancora alcuni degli ufficiali che avevano combattuto con Hitler. La seconda cosa che ha scoperto è che erano organizzatissimi e che ad addestrarli militarmente erano ufficiali di polizia e dell’esercito, e non venivano mai beccati perché ogni volta che si organizzava una retata c’era sempre qualcuno della polizia che provvedeva ad avvertirli in tempo. Ma il motivo per cui sto citando questo libro è quello che riguarda le camere a gas. Ad un certo momento gli viene organizzata un’intervista al tizio che per primo aveva tirato fuori la storia che le camere a gas sarebbero una balla; il tipo che li mette in contatto e lo accompagna da lui è di fretta, lo presenta velocemente e se ne va, e l’altro crede che si tratti di un camerata, di cui potersi fidare. E il giornalista decide di giocarsi il tutto per tutto: dà per scontato che quello sappia perfettamente come stanno le cose, e in tono confidenziale, da “siamo tra di noi, a me puoi dirlo”, gli chiede: senti, ma com’è che ti è venuto in mente di inventarti questa storia che le camere a gas non sarebbero mai esistite? E quello abbocca, gli spiega: sai c’è un sacco di gente che avrebbe simpatia per il nostro movimento, ordine, disciplina, principi forti… Ma con quei sei milioni di morti sulle spalle, come si fa? Quanti sarebbero disposti a dichiarare apertamente simpatia a un movimento con una simile macchia? E allora ho deciso questa mossa, cominciare a dire che è una balla che si sono inventati gli ebrei e, hai visto? Funziona!
    Poi, qualche tempo dopo, volevo regalare questo libro a un’amica di madrelingua tedesca per il suo compleanno, e ovviamente pensavo di prendere l’originale. E’ stato in quell’occasione che ho scoperto che in tedesco quel libro non è mai uscito: nonostante si trattasse di un giornalista noto, non è riuscito a trovare in tutta la Germania un solo editore disposto a pubblicarlo. Per farlo uscire è stato costretto a farlo tradurre in inglese e pubblicarlo in Inghilterra.
    PS: la conversazione col negazionista, naturalmente, è documentata dalla relativa registrazione, quindi se qualcuno ne volesse spacciare il racconto per “l’ennesimo” frutto del noto complotto ebraico, beh, casca un tantino male.

    "Mi piace"

    • Guarda che il libro di Schmidt è uscito anche in tedesco, nel 1993. Mi sarei stupita di molto se non fosse stato così: i tedeschi tendenzialmente lavorano sul proprio passato recente e non capita certo che uno esca da scuola senza sapere quando AH divenne cancelliere. (Ma purtroppo ne escono con altre grosse magagne, tipo non sapere neanche approssimativamente quando è avvenuta la rivoluzione francese o la scoperta dell’America. Delle guerre puniche non ne parliamo proprio… Ma insomma… almeno Carlo Magno! Si studia però moltissimo AHitler e MLutero)
      Mi interesserebbe sapere quando e dove ti hanno detto che in Germania non è stato pubblicato.

      PS: mi offende un po’ che riservi a questi tizi lo stesso trattamento che riservi a me (vedi mio commento a proposito di ASharon). Ecchediamine!

      "Mi piace"

      • In libreria. Quella tedesca, ovviamente (qui non ci sono librerie italiane, anche se la libreria tedesca ha un reparto italiano che negli ultimi anni è diventato quasi decente). Ero andata lì per comprare il libro da regalare alla collega e lì hanno consultato tutto il consultabile e alla fine mi hanno comunicato che in tedesco non esisteva.

        PS: al cuor non si comanda.
        PPS: è che sei capitata nel momento sbagliato: avevo un vaffanculo qui pronto per il primo che avesse avuto la faccia di bronzo di tirare fuori Sabra e Chatila. La prima sei stata tu (il che dimostra che è vero che la fretta è cattiva consigliera)

        "Mi piace"

        • È possibile che non sia stato ristampato, ma è un po’ strano che non vedano nel sistema le vecchie edizioni (nelle librerie tedesche DI CERMANIA lo vedono e ti consigliano di cercare nel mercato dell’usato).

          Sharon: SGRUNT !!! Beh, almeno mi sembra di capire che cògli una certa differenza fra chi ricorda la parte di responsabilità di AS nel massacro di S e Ch e i sostenitori dei negazionisti- (neo)nazisti.

          "Mi piace"

        • Eravamo più o meno a metà anni Novanta, se ricordo bene l’era internet era più o meno agli albori, può darsi che nella ricerca il problema sia stato quello, sta di fatto che per il compleanno della collega ho dovuto ripiegare – facendo notevolmente violenza a me stessa – su un libro di cucina vegetariana perché di imporle la lettura di 300 pagine in una lingua che, pur ben conosciuta, non era la sua, non me la sentivo, e l’alternativa mi è stato assicurato che non c’era.

          "Mi piace"

  9. Gli schifosi negazionisti del sito olodogma parlano di te e di questa discussione
    Gli insulti che ti riservano sono inaccettabili, sono davvero persone senza morale e senza rispetto ma soprattutto senza vergogna. Cosa possiamo fare per cancellarli dalla società civile?

    "Mi piace"

  10. Vorrei rispondere a Grazia, che scrive:
    1. Grazia
    gennaio 16, 2014 alle 10:56 ∞
    Da tutte le autopsie fatte sui corpi e conservate a Bad Arolsen non risultano tracce di acido cianidrico. Signora Barbara può fornirmi il nome di un ebreo gasato e la prova dell’avvenuta gasazione? Una prova accettabile da un qualsiasi tribunale apolitico per un caso di omicidio. Grazie per la risposta.
    P.S.: una testimonianza non la considero prova sufficiente.
    2. Grazia
    gennaio 17, 2014 alle 22:06 ∞
    Non ha risposto alla domanda. Ho solo chiesto un nome e una prova di una gasazione, se non é in grado di fornirli ne prendo atto, perché si scalda tanto? Io non sono nazista.

    quanto segue:
    1. il documentario in oggetto (uno tra i tanti) non è un documento sufficiente a dimostrare l’annientamento degli ebrei detto Olocausto o Shoà?
    2. che c’entrano le autopsie? mi sembrano una contraddizione in termini: se i corpi gasati venivano prima bruciati all’aperto nei campi e i resti sepolti, poi inceneriti nei forni crematori, come pensa che fosse possibile trovare resti di acido cianidrico?
    3. come pensa che ci fossero prove di ebrei gasati, visto che appunto venivano ridotti in cenere e le ceneri accuratamente sepolte, buttate nei fiumi, sepolte, in seguito anche dissepolte per non lasciare tracce?
    4. verso il 1941 inizi 1942 circa 2 milioni o più degli ebrei erano già stati eliminati, prima della graduale introduzione delle camere a gas ecc. Questi come li considera? Siccome non c’erano ancora camere a gas nel sistema industriale dell’annientamento, né era ancora entrato in produzione il Zyclon B, né i forni crematori, ma con l’Operazione Barbarossa gli ebrei dell’Est sono stati eliminati dalle Einsatsgruppen (appunto fino a che, con la Conferenza di Wannsee, fu decisa l’ultima fase della soluzione finale, cioè i lager dotati di apparato industriale di annientamento, camere a gas ecc.), questi milioni precedenti (così, per puro spirito di discussione) come sono morti? di scarlattina? di morte naturale? si sono suicidati, forse per fare un piacere ai loro aguzzini? mah!?
    5. Sulle prove di grassazione c’è una letteratura sterminata, facilmente reperibile (perfino in italiano); naturalmente posto che uno si voglia documentare; se invece pensa che sia meglio rivolgersi ai testi dei cosiddetti negazionisti e simili, allora è evidente che non c’è nulla da dire: non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. Ah, dimenticavo: esiste una letteratura approfondita che smentisce i negazionisti.
    6. Siccome intervengo in positivo e voglio dar credito che Grazia sia in buonafede e vedo che ci tiene a definirsi non nazista e sembra semplicemente chiedere prove, sono qui a farle una proposta: venga a Gerusalemme a visitare Yad Va-Shem, il più grande Museo STORICO (cioè basato su documenti, non su commemorazioni o emozioni) della Shoàh al mondo e, come esperto storico, le offrirò con piacere una giornata di visita guidata corredata da tutte le spiegazioni e, se vorrà documentarsi in maniera approfondita, le mostrerò gli archivi, biblioteca e tutto quello che presumo potrà servirle.

    "Mi piace"

  11. Quello che lascia interdetti è che i presunti alfieri della morale democratica riempiono di contumelie e di insulti, con tanto di minacce di morte, chi ha avuto l’ardire di esporre una semplice domanda.
    In decine e decine di risposte non siete stati in grado di fornire una, e dico una, sola prova di un’avvenuta gasazione ad Auschwitz o in qualsiasi altro campo. Ciò che avete fatto è stato rimandare al testo di Valentina Pisanty, che è stata ampiamente umiliata e smentita da uno studioso come Carlo Mattogno, riconosciuto uno dei più utorevoli studiosi di Auschwitz.
    Il protocollo di Wansee dimostra l’esatto contrario: la soluzione finale altro non era che la deportazione in massa della popolazione ebraica nella seconda guerra mondiale.
    E questo perché, checchè ne vogliate dire, non vi è alcuna prova di uno sterminio del popolo ebraico. Ciò spiega la vostra irascibilità e isteria nel rispondere ad una domanda.
    Non abbia paura di rispondermi, “signora”. Io, contrariamente a lei, non sono un goym e le assicuro che non ho il cervello grippato, come afferma lei con linguaggio da scaricatore di porto. Gli insulti ad oltranza suoi e di quelli come lei, suoi degni lettori, mi dimostrano che lei è una persona incapace di qualunque seria discussione e l’unica cosa che le rimane sono le offese e le minacce. Non per niente, per imporre il vostro dogma che fa acqua da tutte le parti, avete bisogno di leggi antirevisioniste che non avrebbero necessità di esistere se l’olocausto ebraico fosse così palese.
    La saluto, goym.

    "Mi piace"

    • A tanta monnezza, fra cui “Carlo Mattogno” (che magari non esiste neppure – non ne ho mai avuto la sequenza genetica e una foto affissa a un certificato di esistenza in vita firmato e timbrato in Germania, e che di certo nessuno si caha al di fuori dei consessi di minus habentes mentali negazionisti dell’IHR, che a OGNI PROCESSO VENGONO CONDANNATI PER FALSO!) io rispondo solo nello stesso modo in cui rispondevano dalle mie parti 79 anni fa: PIETÀ L’È MORTA! Evidentemente, il vero problema è che i miei compatrioti non hanno usato le atomiche anche sui nazisti e i fascisti, ma solo sui Toyo del sol levante.
      Ovviamente ‘stu buzzurro che si firma Andrea il Protocollo della Conferenza di Wannsee non l’ha neppure letto, cosí come non ha di certo visto le interviste fatte ai macellai ecc.
      Ma è assolutamente inutile ogni discussione con nazifascisti, islamonazisti, nazicomunisti e il resto della feccia antisemita.
      Non mi stupisco piú che l’Europa sia nuovamente nella cacca fino agli occhi.
      Spero solo che stavolta vi ci lascino crogiolare e non si sprechino le vite di giovani Americani per tirarvici fuori.

      "Mi piace"

  12. Buonasera Barbara,
    intervengo su due affermazioni di Giovanni di Matteo che sono molto imbarazzanti.

    Scrive Giovanni di Matteo,il 21 gennaio 2014…

    “verso il 1941 inizi 1942 circa 2 milioni o più degli ebrei erano già stati eliminati,”…”né era ancora entrato in produzione il Zyclon B”
    Risposta:
    1) copio da Wikipedia che mi pare congeniale a lei…”insetticida cianogenetico, sviluppato originariamente negli anni venti da Fritz Haber, un ebreo tedesco impiegato della Bayer”…
    2) la fonte UFFICIALE del museo di Auschwitz, il “Kalendarium der Ereignisse im Konzentrationslager Auschwitz-Birkenau 1939-1945“,al giorno 3 Settembre 1941 scrive…”non appena i prigionieri di guerra sono spinti nelle celle e le SS hanno gettato dentro il Zyklon B, le porte vengono chiuse ermeticamente”…

    Commento: la sua affermazione non corrisponde ai dati ufficiali. Secondo la versione standard è falsa, o di uno sprovveduto, infatti si scrive che il 3-9-41 si usò lo Zyklon B e se si usò vuol dire che era stato prodotto!

    Quindi continua…
    “con la Conferenza di Wannsee, fu decisa l’ultima fase della soluzione finale, cioè i lager dotati di apparato industriale di annientamento, camere a gas ecc”..

    1) A wannsee NON si decise alcunchè! I convocati alla conferenza dovevano solo prendere atto del cambio di “destinazione” degli ebrei, ovvero dall’emigrazione , in atto dal 25 Agosto 1933 col patto Haavara tra sionisti tedeschi e III Reich, si passava alla deportazione all’Est, Russia compresa . Secondo lo storico ebreo hilberg raul a Wannsee si doveva discutere dell’annoso problema dei matrimoni misti e situazioni simili.
    Quindi la sua affermazione NON corrisponde ai fatti documentati.In aggiunta le segnalo che nel 1992, Yehuda Bauer, professore all’Università ebraica di Gerusalemme, tacciava di “silly” (assurda) la tesi secondo la quale la decisione di sterminare gli ebrei era stata presa il 20 gennaio 1942 a Berlino-Wannsee (“Wannsee’s importance rejected”, Jewish Telegraphic Agency, The Canadian Jewish News, 30 gennaio 1992)

    Simone

    "Mi piace"

    • Prima parte.
      Punto 1: non so da che cosa si possa dedurre che Wikipedia mi sia congeniale (non lo è), in ogni caso non capisco il senso di questa citazione. Il Zyklon era un insetticida di cui prima della guerra esisteva la formula E, per insetti piccoli (mosche, formiche), D per insetti grossi (scarafaggi), C per i topi. Poi è stato chiesto di metterne a punto uno, che ovviamente avrebbe avuto la denominazione B, per qualcosa di “molto più grosso”. Magari qualcuno potrebbe avere immaginato che serviva per ammazzare pecore e capre, chissà. La circostanza che l’insetticida sia stato sviluppato da un ebreo è di qualche rilevanza?
      Punto 2: lei non vede differenze fra “sperimentare” e “entrare in produzione”? Si può immaginare che qualcosa venga messo in produzione, ossia prodotto in quantità industriali e messo in commercio, prima di avere verificato se funziona? La sperimentazione fu appunto effettuata nel settembre del ’41 su 3000 prigionieri di guerra russi alla presenza dell’ufficiale delle SS Kurt Gerstein, che si precipitò poi ad informarne il nunzio vaticano, ma gli fu risposto che la cosa non interessava.
      Seconda parte. Certo che è silly l’idea che lo sterminio sia stato deciso a Wannsee! Lo sterminio era stato deciso anni prima! A Wannsee si è discusso sui metodi da utilizzare, dal momento che quelli “artigianali” usati fino a quel momento si erano rivelati inadatti ad eliminare l’intero ebraismo europeo in tempi brevi.

      "Mi piace"

  13. Pingback: COMUNICAZIONE DI SERVIZIO | ilblogdibarbara

  14. Lei, Barbara, non era la destinataria del post.Il post era indirizzato a Giovanni di Matteo

    Sulle sue (di Barbara) affermazioni …”prima della guerra esisteva la formula E, per insetti piccoli (mosche, formiche), D per insetti grossi (scarafaggi), C per i topi”…
    Le riporto i dati Wikipedia…””insetticida cianogenetico,sviluppato originariamente negli anni venti”…ANNI VENTI !
    Dalla documentazione, ampia esistente sono note e documentate solo produzioni di Zyklon A e Zyklon B. Lo Zyklon A era un metil-cianoformato e aveva in comune solo il nome con lo Zyklon B,che è acido cianidrico puro o cianuro di idrogeno o anche “blue di Prussia”, che lo sostituì.
    Zyklon C e Zyklon D furono solo denominazioni temporanee dello Zyklon B, nomi commerciali, impiegate da ditte distributrici.Ciò che variava, nella produzione dello Zyklon B, non era la concentrazione di acido cianidrico, ma il coibente e la sostanza avvisatrice (che poteva essere presente o assente).
    Ciò produceva anche prezzi diversi perciò i distributori di Zyklon B parlavano di Zyklon C, D, E, F.
    Quindi ciò che ha affermato è inesatto.
    Disponibile a rivedere quanto ho scritto, in base a riscontri documentali.
    Il fatti che sia stato creato da un ebreo non ha alcuna rilevanza, qui.

    Successivamente “Barbara” scrive…” La sperimentazione fu appunto effettuata nel settembre del ’41 su 3000 prigionieri di guerra russi alla presenza dell’ufficiale delle SS Kurt Gerstein”…
    Qui abbiamo una forma di “revisionismo” di B verso la pubblicazione ufficiale del Museo dell’Olocausto di Auschwitz che sul numero dei russi scrive per il 3 Settembre 1941…”nelle celle sono fatti entrare circa 600 prigionieri di guerra,
    ufficiali e commissari del popolo russi “…quindi al giorno 16 Settembre si ha notizia che 900 prigionieri di guerra russi sono uccisi col gas.L’uccisione ha luogo nell’obitorio del crematorio 1. 1.500, non 3000.

    Poi “B” afferma…”alla presenza dell’ufficiale delle SS Kurt Gerstein”… Ciò non risulta dalla pubblicazione ufficiale “Kalendarium der Ereignisse im Konzentrationslager Auschwitz-Birkenau 1939-1945“. Mi sa dire dove ha tratto l’informazione su Gerstein? Grazie.

    In ultimo “B” afferma…” Lo sterminio era stato deciso anni prima!”…Qui è necessario intenderci:
    1) se per “deciso” si intende ideato, ma non ordinato, si può accettare, serve solo precisare chi lo abbia deciso, quando, e da cosa si rileva.
    2) Se per “deciso” si intende ordinato ci dobbiamo chiarire chi lo ha deciso/ordinato, a chi venne ordinato, quando venne ordinato, in quale forma.

    Lei da cosa ricava che lo sterminio “era deciso anni prima”?

    La sua ipotesi è incompatibile con la politica comune tra ebrei sionisti e III Reich di emigrazione praticata dal 25 Agosto 1933 fino al 20 Ottobre 1941,oltre 2 anni dall’inizio della guerra, quando venne sospesa. Se era “già decisa”, perchè permettere l’emigrazione? Non ha senso.

    Simone

    "Mi piace"

    • 1. Che cosa significa che non ero io la destinataria? Che per rispondere a un commento in casa mia devo chiedere l’autorizzazione a lei?
      2. Io con Wikipedia sono solita pulirmici il culo; lei ne faccia pure l’uso che crede, ma mi risparmi per favore di presentarmela come “documento”.
      3. L’informazione su Gerstein la ricavo dalla biografia di Gerstein costruita in base alle testimonianze delle persone a cui G. ha parlato della gassazione a cui aveva assistito. Per il numero potrei ricordare male, per il fatto no.
      4. La storiellina degli ebrei che fino al ’41 emigravano col beneplacito dei nazisti la vada a raccontare a sua nonna, se ne ha una sufficientemente rimbambita.
      5. Che lo sterminio era stato deciso anni prima lo ricavo da una bazzecola come il fatto che da anni lo sterminio era in atto, e a quella data ne avevano fatto fuori un buon paio di milioni.
      NON SI ASPETTI ALTRE RISPOSTE AI SUOI DELIRI.

      "Mi piace"

      • Lei, su Gerstein, fa confusione .
        1- La sperimentazione sarebbe avvenuta nel settembre 1941 ad Auschwitz, stando al testo UFFICIALE che ho citato, ma il Gerstein parla del campo di Belzec che avrebbe visitato nella seconda metà di Agosto 1942 e non cita come elemento omicida lo Zyklon B, bensi le emissioni di un motore diesel, quindi Ossido di carbonio.
        Qui, il Gerstein, dichiara di aver visto nella camera a gas di 25 metri quadrati stipate 800 persone, ossia 32 persone per metro quadrato!
        2- L’accordo per l’emigrazione tra ebrei sionisti tedeschi e III Reich è citato da Hannah Harendt nel suo libro e non solo in lei.
        3- La mia precisazione sul “destinatario” era dovuta al fatto che lei aveva frainteso, non al fatto che lei abbia necessità di “autorizzazione”!
        4- Anche La citazione da Wiki era destinata a Giovanni di Matteo
        5- Riguardo a Gestein , lei afferma”testimonianze delle persone a cui G. ha parlato della gassazione”…le persone sono il vescovo Dibelius e il diplomatico svedese von Otter.
        – Il primo parla di rapporto al vescovo di Upsala, ma di questo rapporto nessuno ha mai visto l’oriiginale e anche la copia.
        – Il secondo presunto rapporto scritto da von Otter a Berlino non esiste alcuna traccia documetaria nell’archivio reale di Stoccolma;
        – del presunto rapporto orale di von Otter al governo svedese non esiste alcuna traccia documentaria.
        Quindi TUTTO è rimandato ai “racconti”, ai “ricordi”. Documenti ZERO!

        Vede signora i miei sono solo dei “copiaincolla” di testi UFFICIALI, cito affermazioni UFFICIALI, che lei, evidentemente, non conosce.
        Non interverrò più, è inutile.

        La ragione è sempre perdente coi sentimenti.
        Sim

        "Mi piace"

  15. MI SCUSI BARBARA, CAPISCO LA SUA RABBIA MA E’ CONTROPRODUCENTE CON GLI ELEMENTI NEGAZIONISTI, QUELLI LO FANNO DI PROPOSITO, LE SI INCAZZA, LE SCAPPA LA RABBIA CHE SOPRAFFA’ LA SUA INTELLIGENZA INTELLETTUALE. RISULTATO: ECCO NON SANNO RISPONDERE, NON HANNO ARGOMENTI, ECC.
    MI PAR DI CAPIRE CHE SIAMO COETANEI (HO 61 ANNI, MA NON SI ARRABBI SE CI HO AZZECCATO), BENE QUANDO RICEVE LETTERE COME QUELLE: LE LEGGA, FACCIA UN LUNGO RESPIRO, CI RIFLETTA E SOLO ALLORA TOCCHI LA TASTIERA. A MILANO C’E’ UN EBREO ECCEZZIONALE HAIM BAHARIER. GUARDI I SUOI VIDEO MA SOPRATUTTO ASCOLTI IL SUO MODO DI PARLARE, PENSO LEI POSSA TRASLARLO IN SCRITTURA. CON SIMPATIA SHALOM

    "Mi piace"

  16. Barbara: codesti ratti da fogna, che sono soliti autocitarsi, non hanno altro scopo che avere i loro deliri in piú pagine web possibili.
    Pubblicarglieli serve solo al loro scopo.
    Io, vista anche l’assoluta mistificazione contenuta in TUTTI gli elementi che portano, mi permetto di suggerirle di cancellarne i deliri: hanno abbastanza milioni di petrodollari da potersi permettere i loro siti e quelli a loro simili, cosí uno sceglie se entrarvi o no.
    Dar loro un palcoscenico anche in altri siti è perdente.

    "Mi piace"

    • Da una parte è vero, dall’altra ritengo di qualche utilità dare qualche documentazione a chi si illude che l’antisemitismo non sia così presente nella vita quotidiana. Ne ho cestinati a carrettate ma qualcuno particolarmente significativo penso sia utile lasciarlo.

      "Mi piace"

  17. Mi dispiace ma ritengo profondamente sbagliato interloquire con troll negazionisti: non è un bel spettacolo, da qualsiasi lato si voglia osservarlo. Penso che la miglior risposta agli eventi idioti avversi sia l’ignorarli: provare a combattere l’idiozia con la logica e la filosofia è come cercare di nascondere il vomito spargendolo su tutto il pavimento a disposizione. Meglio rimuoverlo.

    "Mi piace"

    • Avete perfettamente ragione entrambi; tuttavia ritengo anche utile fornire una documentazione di ciò che gira. Ho cestinato centinaia – letteralmente: CENTINAIA – di commenti a questo post, quelli che ho pubblicato sono una minima parte, e vogliono essere una risposta a chi è convinto che noi siamo allarmisti paranoici.

      "Mi piace"

      • Potresti creare “l’angolo dei pirla”… 😉
        Quanto all’essere paranoici, ovvio che la paranoia psicopatologica è ben altro, ma una “sana” dose di “paranoia” garantisce la sopravvivenza… 😉
        Insomma, i nemici mica ce li siamo inventati…e non da oggi…
        Certi monumenti storici all’idiozia che s’imparano a scuola in Italia (che so io, Tacito, Seneca e piú in là un sacco di Greci “illustri”) ne dicevano di tutti i colori (vedi l’ottimo libro “Giudeofobia” di Peter Schäfer, Carocci Editore)… Una delle mie preferite è quella secondo cui gli Ebrei adoravano una testa d’asino nel Tempio di Gerusalemme (quello stesso tempio che secondo la posizione UFFICIALE dell’Autorità Nazionale Palestinese – che sarebbero “i moderati” [síc!] – non sarebbe mai esistito, ma, come la Shoah (vedi tesi di dottorato di Abu Mazen all’Università Lumumba di Mosca, 1982) sarebbe un’invenzione dei sionisti…
        Per fortuna che la verità non si determina a maggioranze…anche perché, come disse un giorno i figlio quindicenne del mio amico Jonathan, altrimenti avrebbero ragione le mosche a mangiar merda…

        "Mi piace"

  18. Come mai ha deciso di sottoporre dei minori ad immagini così crude? Tali filmati necrofili sono resi appositamente pieni di patos perché appunto commissariati dal dipartimento di guerra psicologica come correttamente riconosce odifreddi.
    I bambini sono disponibili a vedere anche film horror ma poi nella loro psiche scattano meccanismi tali da portarli ad aver paura dei pagliacci o delle bambole anche da adulti subdolamente.
    Le consiglierei di smettere, tutte le guerre portano morti del genere, da quella di troia a quella nello yemen passando per la p.g.m. con la spagnola

    "Mi piace"

      • Cosa sarebbero queste “puttanate”? A proposito complimenti per il linguaggio proprio da educatrice..
        Rilegga e rifletta su quel che ho scritto, lo sottoscrivo. Le sue morbosità necrofile le può soddisfare in privato, a scuola deve pensare in primo luogo al bene e allo sviluppo dei bambini affidatele. A questo punto le mostri anche il risultato della droga, almeno queste immagini sarebbero ugualmente turbanti ma di gran lunga più utili

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...